Condividi
  • Facebook
  • Twitter
27/3/2020

Europeana, nuovo sito per un’esplorazione più semplice e veloce

La piattaforma digitale europea si rinnova per dare risalto alle sue collezioni e agevolarne la fruizione. Tra le novità uno spazio dedicato agli insegnanti 

Europeana, la biblioteca digitale europea, si rinnova con un sito che ha l’obiettivo di rendere ancora più agevole e piacevole la condivisione e la fruizione delle collezioni, tanto più in un momento come quello che stiamo vivendo, in cui tante istituzioni culturali si stanno adoperando per rendere accessibili online i loro patrimoni. Europeana, di cui CulturaItalia è partner come aggregatore nazionale, ha lavorato per alcuni mesi alla ristrutturazione del sito; a dicembre ha condiviso con la sua comunità una versione dimostrativa e ora è online quella nuova, mentre si pensa già all’ulteriore evoluzione. Tuttavia, la versione precedente (classic.europeana.eu) è ancora disponibile.
 
Il sito si apre, nel mese della festa dell’8 marzo, con un focus sulla storia delle donne. A seguire, distinta in tre blocchi, una ricca offerta di gallerie, mostre e blog, con i suggerimenti per proseguire l’esplorazione. In evidenza anche il nuovo spazio dedicato agli insegnanti, con “scenari di apprendimento” già pronti, argomenti in primo piano, strumenti di formazione, app e giochi, video.
 
Il nuovo sito di Europeana è, innanzitutto, più veloce, spiegano Ash Marriott, product manager delle collezioni della Fondazione Europeana, e Douglas McCarthy, manager delle collezioni di arte e fotografia. Ad esempio, non c’è più bisogno di aggiornare la pagina di ricerca quando si inseriscono nuovi filtri o parole chiave. Le opzioni di filtro sono state ampliate per permettere di esplorare più contenuti. L’accesso a blog, gallerie e mostre virtuali è stato semplificato. 
 
Sono state create risorse tematiche sulla storia delle donne e sull’art nouveau e altre saranno aggiunte in seguito. Ulteriori miglioramenti saranno introdotti nei prossimi mesi. Uno dei prossimi sviluppi sarà l’ampliamento della collezione di quotidiani, con la possibilità di approfondirne la conoscenza con ricerche all’interno dei singoli numeri.  
Il nuovo sito di Europeana
Il nuovo sito di Europeana

In rete

torna all'inizio del contenuto