Condividi
  • Facebook
  • Twitter
21/1/2020

Fellini, dal set al film

Tante le risorse felliniane nell’Indice di CulturaItalia. Da non perdere le fotografie di Angelo Frontoni e Klaus Zaugg che raccontano le riprese dei capolavori del regista 

Un percorso nel cinema di Federico Fellini, nel centenario della nascita del geniale regista, non può che cominciare dai suoi film. L’Archivio Storico delle Arti Contemporanee (Asac) della Biennale di Venezia ne conserva diversi, tra i quali capolavori come “La dolce vita”, “La strada”, “Giulietta degli spiriti”, “I Vitelloni”. 
 
A darci un’idea del processo di lavorazione del cineasta sono invece le fotografie di set di Angelo Frontoni della collezione digitalizzata dal Museo Nazionale del Cinema di Torino: “Otto e mezzo”, “Ginger e Fred”, “Boccaccio ’70”, “La città delle donne” sono solo alcuni dei titoli. 
 
Al set di un altro film, “Il Casanova”, è dedicato, invece, il reportage del fotografo svizzero Klaus Zaugg, le cui foto, insieme ad altre dello stesso autore, sono conservate nel Fondo Zaugg degli Archivi dell’Immagine della Regione Lombardia
 
Infine, non si può pensare al cinema felliniano senza la musica di Nino Rota, le cui colonne sonore sono digitalizzate dall’Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi (Icbsa).  
torna all'inizio del contenuto