Condividi
  • Facebook
  • Twitter
23/7/2018

Milano: “L'eco del classico”, corpus proveniente dalla Valle dei Templi

Fino al 21 ottobre a Milano è aperta la mostra al “L'eco del classico. La Valle dei Templi di Agrigento allo Studio Museo Francesco Messina”, inaugurata lo scorso 20 luglio con la cura di Maria Fratelli, Giuseppe Parello e Maria Serena Rizzo. Si tratta di un corpus di oltre 150 reperti recentemente rinvenuti nella Valle dei Templi, affiancati a pezzi provenienti dal Museo Pietro Griffo di Agrigento e dalle raccolte della Soprintendenza ai beni Culturali di Agrigento, accompagnate alla collezione di arte antica di Francesco Messina conservata dalla Soprintendenza archeologica milanese, in dialogo con le opere classiche dello scultore siciliano. La rassegna ha il taglio scientifico e culturale, dato dal contributo di importanti istituzioni di ricerca ed è realizzata dal Comune di Milano, Assessorato alla Cultura - Studio Museo Francesco Messina e dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, archeologica belle arti e paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza-Brianza, Pavia, Sondrio, Varese. Il percorso espositivo presenta, nella navata dell'ex chiesa di San Sisto, reperti archeologici datati dal VII secolo a.C. al XIV secolo d.C. fra cui statue di piccole dimensioni in terracotta, busti fittili, teste in marmo, porfido e creta, vasi in terracotta a figure nere e figure rosse, lucerne, frammenti di diversa natura in pasta vitrea, madreperla, osso, monete in bronzo, sigilli in ambra. Al piano interrato, una suggestiva ricostruzione di uno scavo archeologico (un ambiente cucina) offre uno spaccato della grande metropoli millenaria Akragas, che sta emergendo negli ultimi anni grazie alle campagne di scavo della Valle dei Templi, coordinate dal direttore Giuseppe Parello e dal docente Luigi Caliò, dirigenti del Parco Archeologico.
torna all'inizio del contenuto