Condividi
  • Facebook
  • Twitter
17/8/2018

Torino: “Carlo Alberto archeologo in Sardegna” al Museo di Antichità

Fino al 4 novembre il Museo di Antichità di Torino ospita la mostra “Carlo Alberto archeologo in Sardegna”, curata da Gabriella Pantò con la collaborazione di Raimondo Zucca dell’Università di Sassari. L’esposizione, aperta dal 22 marzo, racconta attraverso 150 opere un aspetto inedito del re: la passione per l’archeologia. Il sovrano, infatti, tra il 1829 e il 1843, partecipò personalmente ad attività di scavo in Sardegna, portando a Torino bronzi e vasi in ceramica. I reperti, già suddivisi tra il Gabinetto privato di Sua Maestà, il Museo di Antichità, l’Armeria e il Palazzo Reale, furono per molto tempo conservati nei depositi e sono oggi esposti dopo accurati restauri e nuovi studi. A questo nucleo si aggiungono importanti reperti provenienti dalla Sardegna acquisiti grazie all’interesse collezionistico dei Savoia.
torna all'inizio del contenuto