Condividi
  • Facebook
  • Twitter
14/5/2015

“Triennale Xtra”, undici mostre di architettura, arte e design

In occasione dell’Expo l’istituzione milanese proietta la sua attività nella regione con un programma espositivo distribuito sul territorio lombardo

La Triennale va in tournée in occasione dell’Expo con undici mostre di architettura, arte e design in capoluoghi e comuni di dieci province lombarde: Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Sondrio e Varese.

Il progetto, intitolato “Triennale Xtra - In viaggio con la Triennale di Milano” e realizzato con la collaborazione dell’amministrazione regionale della Lombardia e di partner locali pubblici e privati, punta a esplorare temi di attualità e di ampio respiro, approfondendo anche aspetti legati al territorio, con originali spunti e chiavi di interpretazione su alcune delle più belle città della regione.

Le esposizioni, in calendario da maggio a febbraio dell’anno prossimo, presenteranno personaggi di rilievo dell’architettura e dell’arte, come Aldo Andreani e Giuliano Mauri, e affronteranno i temi della scuola, dei centri storici, dell’architettura alpina e autostradale, dell’automatizzazione dei processi di produzione edilizia, della trasformazione delle aree industriali dismesse e del rapporto tra design contemporaneo e immagine nazionale.

Il programma espositivo ha preso il via con “Giuliano Mauri. Architetture dell’immaginario”, a cura di Studio Azzurro e Francesca Regorda, a Lodi (8 maggio - 20 settembre, Chiesa di San Cristoforo). A seguire “Le affinità selettive - Premio Lissone Design” al Mac - Museo d’Arte Contemporanea di Lissone (Monza e Brianza).

Dal 25 giugno al 30 agosto il Palazzo Muzio di Sondrio ospiterà “Vivere le Alpi”, a cura di Marco Mulazzani e Francesca Chiorino. Quasi in contemporanea (30 giugno - 4 settembre) nella Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano si potrà visitare “Le Corbusier tra noi”; Marco Bovati, Martina Landsberger, Silvia Bodei, Anna Chiara Cimoli e Chiara Toscani i curatori.

“MI-BG. 49 km visti dall’autostrada” proseguirà il focus sulla rete autostradale a Capriate San Gervasio (Bergamo), nell’Ex filatura Crespi d’Adda (18 luglio - 27 settembre), e a Dalmine, sempre nel Bergamasco, negli spazi della Fondazione Dalmine (12 settembre - 31 ottobre).

Giulio Barazzetta è il curatore di “Digital takes command. Orizzonti di progettazione e produzione digitale” per Lecco, Area ex Faini (21 luglio - 31 ottobre) mentre Massimo Ferrari firma “Di ogni ordine e grado. L’architettura della scuola” per Como, Palazzo Natta, Spazio Natta e Canottieri Lario (24 luglio - 8 novembre).

Il Palazzo Martinengo delle Palle di Brescia accoglierà la rassegna “Esportare il centro storico. Storia, sviluppo e futuro della difesa dell’integrità fisica dei centri storici”, curata da Benno Albrecht con Anna Magrin (luglio-ottobre) mentre il Castello di Masnago a Varese “Sacri Monti e altre storie. Architettura come racconto”, per la cura di Claudia Tinazzi (5 settembre - 8 novembre).

“Città immaginata e città reale” sarà di scena a Sesto San Giovanni (Milano) nell’ex Area Falck da settembre a ottobre. In conclusione “Aldo Andreani a Mantova” (Palazzo Te, settembre 2015 - febbraio 2016).

torna all'inizio del contenuto