Condividi
  • Facebook
  • Twitter
Evento 7/4/2015

“Cucine & Ultracorpi”, dagli utensili agli automi

Il Triennale Design Museum di Milano cambia allestimento per raccontare, in occasione dell’Expo, l’evoluzione tecnologica e sociale legata ai grandi e piccoli elettrodomestici per la preparazione dei cibi

Il Triennale Design Museum di Milano cambia allestimento per l’ottava volta; a ispirare il tema di questa nuova “edizione”, visitabile dal 9 aprile al 21 febbraio 2016, sono l’Expo e la fantascienza. “Cucine & Ultracorpi” è il titolo dell’esposizione, curata da Germano Celant (curatore anche della mostra “Arts & Foods. Rituali dal 1851”, allestita dal 9 aprile al 1º novembre) e sviluppata in collaborazione con Silvana Annicchiarico, direttrice del museo, con la messa in scena dello Studio Italo Rota. Il riferimento è al romanzo di Jack Finney L’invasione degli Ultracorpi (1955), alla base del film omonimo di Don Siegel (1956).

Se nella narrazione letteraria e cinematografica gli alieni assumono sembianze umane per prendere il controllo sulla Terra, nell’esplorazione del design proposta dal museo milanese si racconta la trasformazione degli utensili da cucina in macchine e automi in grado di sostituire l’uomo in molte attività. Il percorso ricostruisce l’evoluzione di cucine ed elettrodomestici in Italia, dalla prima emergenza documentabile fino al 2015, anche in relazione a episodi della progettazione dell’industria internazionale.

Frigoriferi, forni a microonde, caffettiere, tostapane, tritarifiuti, cappe assorbenti, bollitori, mixer, friggitrici e gelatiere sono gli “ultracorpi” che hanno invaso le nostre cucine e cambiato le nostre vite, in un itinerario storico che va dalla prima industrializzazione alla diffusione di massa, dall’automazione all’innovazione digitale. Accanto ai grandi e piccoli elettrodomestici le testimonianze sui cambiamenti tecnologici e sociali offerte dalla pubblicità, dai manuali, da film e documentari, da libri e giochi.

torna all'inizio del contenuto