Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Opere; dipinto; Oggetto fisico

Categoria:

Pittura

Autore:

Congdon Grosvenor, William

Vi sono curiose analogie formali e cromatiche tra questo nuovo quadro "africano" e la serie "Petroliera" di due anni precedente: la veduta dall'alto, con perdita dell'orizzonte, le forme fluttuanti (in questo caso le goffe forme dei baobab, la cui chioma ricorda le isolette di "Niger 4"), i colori caldi e luminosi. Il quadro rappresenta la piazza centrale dell'isola di Gorée, di nuovo un luogo carico di storia: qui si raccoglievano infatti gli schiavi che dovevano essere avviati alle colonie americane. Un vecchio patibolo è rappresentato dalla sagoma gialla al centro. Macchie nere, brillanti come pietre d'onice, raffigurano altrettanti gruppi di africani. In quest'opera è ancora più evidente come, nella calda luce, le forme tendano a sciogliere i propri nessi spaziali per galleggiare in una sorta di pasta fluida in cui soltanto le macchie nere, come appunto nei dipinti nigeriani del '70, sembrano costituire dei punti di stabilità.

Data di creazione:

1972 post; sec. XX; 1972

Soggetto:

paesaggio
Paesaggio con architetture

Materia e tecnica:

olio su pannello

Estensione:

altezza: cm 62; larghezza: cm 77

immagine

Condizioni d'uso della risorsa digitale:
Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale
Quest'opera di MetsTeca è distribuita con Licenza Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale.

Consulta la risorsa

Oggetti digitali

Indirizzo: The William G. Congdon Foundation, Viale Lombardia, 10 - Buccinasco (MI), Italia, inv. 388.00 (1989) - proprietà privata

Riferimenti

È riferito da: scheda ICCD OA: 0300654489

In: The William G. Congdon Foundation

Identificatore: work_82667

Diritti

Licenza: Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale



Documenti simili

torna all'inizio del contenuto