Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Opere; dipinto; Oggetto fisico

Categoria:

Pittura

Autore:

Congdon Grosvenor, William

I quadri eseguito dopo il secondo viaggio in Africa Nera toccano un vertice di felicità cromatica. L'artista è affascinato dalla piazza centrale dell'isola di Gorée, la "stazione" da dove partivano gli schiavi alla volta delle piantagioni americane. Pare che il topos della piazza, così caro al passato di Congdon, riemerga sorprendentemente proprio in quest'isolotto tropicale. Ora, a prendere il posto del pendente campanile di San Marco, compare, fulcro dell'intera composizione, un quadrilatero giallo: il patibolo. Una realtà, dunque, che trattiene, seppur nello sfavillante splendore delle tonalità, la memoria visiva di un terribile passato. In quest'opera le masse di colore si fanno fluide, liquide, senza peso, e gravitano, quasi fossero magnetizzate, attorno al centro ideale del quadro, il palco della forca sorprendentemente connotata, con realistica puntualità, dai canonici tredici gradini.

Data di creazione:

1972 post; sec. XX; 1972

Soggetto:

paesaggio
Paesaggio con architetture

Materia e tecnica:

olio su pannello

Estensione:

altezza: cm 84; larghezza: cm 111

immagine

Condizioni d'uso della risorsa digitale:
Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale
Quest'opera di MetsTeca è distribuita con Licenza Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale.

Consulta la risorsa

Oggetti digitali

Indirizzo: The William G. Congdon Foundation, Viale Lombardia, 10 - Buccinasco (MI), Italia, inv. 389.00 (1990) - proprietà privata

Riferimenti

È riferito da: scheda ICCD OA: 0300654490

In: The William G. Congdon Foundation

Identificatore: work_82668

Diritti

Licenza: Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale



Documenti simili

torna all'inizio del contenuto